Variabili e tipi in JavaScript

JavaScript: Variabili e Tipi
JavaScript: Variabili e Tipi

Tre modi per creare una variabile.

In JavaScript ci sono tre modi per dichiarare una variabile: le parole var, let e const.

var

Da sempre si usa la parola var per creare una variabile.

Le variabili create in questo modo sono visibili nel contesto globale o nell’intera funzione in cui sono dichiarate.

Ad oggi è altamente sconsigliato l’uso della parola chiave var per dichiarare variabili in JavaScript, tuttavia questa direttiva non sarà mai deprecata per garantire compatibilità con il codice del passato.

/// Creo una variabile x con valore 1
var x = 1;

let

Utilizzando la parola let si creano delle variabili che sono visibili solo all’interno del blocco in cui sono dichiarate.

Questa è una novità di ECMAScript 6 ed è la maniera più corretta per dichiarare una variabile che verrà usata per memorizzare delle informazioni che potrebbero subire modifiche:

/// Creo una variabile y con valore 2
let y = 2;

const

In altri linguaggi esiste il concetto di costante, un valore immutabile che rimane invariato dal momento in cui si crea e per tutta la durata del programma.

Le variabili dichiarate con la parola const sono la cosa più vicina a una costante che si possa trovare in JavaScript.

Non si tratta di vere costanti ma di variabili a singola assegnazione, significa che una volta create non potremo più assegnare loro riferimenti diversi, ma vedremo più avanti che è sempre possibile modificarne il valore, cosa impossibile per le costanti in altri linguaggi.

/// Creo una variabile z con valore 3
const z = 3;

Questo articolo è parte della collana JavaScript: Guida di riferimento per aspiranti web developer.

Continua a leggere questa collana:

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.