Pirati dei Caraibi 4

La prossima estate Jerry Bruckheimer ci riporta in mare, o meglio, su maree sconosciute… più o meno così si potrebbe tradurre il titolo del quarto episodio dei Pirati dei Caraibi.

Pirates of The Caribbean - On Stranger Tides

Pirates of The Caribbean – On Stranger Tides

Vediamo dunque quali personaggi ritroveremo e quali ci abbandoneranno.

I recidivi

Solo tre dei personaggi che hanno preso parte ai precedenti tre film saranno presenti anche nel quarto, ecco chi sono:

Johnny Depp, Geoffrey Rush e Kevin McNally

Johnny Depp, Geoffrey Rush e Kevin McNally

Ovviamente non può mancare Johnny Depp nella parte di Jack Sparrow, che ci provassero a fare un Pirati dei Caraibi senza di lui!

Confermato anche il perfetto Kevin McNally nella parte di Gibbs e fortunatamente Geoffrey Rush nella parte di Barbossa, di cui abbiamo sentito la mancanza durante il secondo episodio della serie.

Gli addii

Con Pirati dei Caraibi – Ai Confini del Mondo si è concluso un ciclo, quindi è normale dire addio a molti dei personaggi che ci hanno accompagnati fin qui.

Will Turner (Orlando Bloom) ed Elizabeth Swann (Keira Knightley) sono sposati, hanno un figlio, ma possono abbracciarsi solo una volta ogni dieci anni. La loro storia è conclusa.

Tia Dalma, ovvero la Dea Calipso (Naomie Harris) è stata liberata. Non sentiremo più parlare di lei.

James Norrington (Jack Davenport) ci ha salutati eroicamente sul ponte dell’Olandese Volante, assieme a Davy Jones (Bill Nighy)… poco prima avevamo perso, non senza soddisfazione, Lord Cutler Beckett (Tom Hollander).

I personaggi che non saranno presenti nel quarto episodio.

I personaggi che non saranno presenti nel quarto episodio.

Non so perché ma i personaggi di cui sentirò maggiormente la mancanza sono i poveri Pintel e Ragetti, è un peccato che non abbiano trovato il modo di inserirli.

Pintel e Ragetti, non li vedremo nel quarto "Pirati dei Caraibi"

Pintel e Ragetti, non li vedremo nel quarto “Pirati dei Caraibi”

Spero di non sentire la mancanza di Gore Verbinski, regista dei primi tre episodi rimpiazzato dal più fortunato Rob Marshall (Memorie di una Geisha, Chicago).

Nuovi personaggi

Prima di tutto serve un cattivo, e chi è il più cattivo dei pirati?

Ian McShane nella parte del pirata Barbanera

Ian McShane nella parte del pirata Barbanera

La storia ci dice che Barbanera morì durante una battaglia navale nel 1718. Con Pirati dei Caraibi 4 scopriremo che non è andata esattamente così, Barbanera è sopravvissuto ed è alla ricerca della Fonte dell’Eterna Giovinezza, accompagnato dalla figlia Angelica e da un equipaggio (parzialmente?) formato da Zombie.

Proprio la figlia di Barbanera, Angelica, è il personaggio femminile di primo piano di questa pellicola, interpretato da Penelope Cruz.

Penelope Cruz è la figlia del pirata Barbanera.

Penelope Cruz è la figlia del pirata Barbanera.

Trailer

Prima di lasciarvi le mie considerazioni, sempre che vi interessino, vi invito a dare un’occhiata al primo trailer ufficiale:

httpv://www.youtube.com/watch?v=Iuolp9rwgZU

Sembra che ce l’abbiano messa tutta per rispettare lo spirito di questa serie, Johnny Depp non sembra avere perso entusiasmo per il personaggio ma alcuni segnali non lasciano ben sperare.

Prima di tutto i tagli al budget, come è consuetudine per la Disney sui franchise più fortunati. Lo si nota soprattutto dalla mancanza di effetti speciali digitali (come quelli utilizzati per realizzare Davy Jones e il suo equipaggio). Gli zombie sono realizzati con effetti di trucco molto meno costosi di quelli cui ci hanno abituati nei precedenti episodi.

Anche il taglio al cast e alla crew potrebbero significare una scelta stilistica o, di nuovo, una scelta economica. Staremo a vedere.

Sul 3D non mi esprimo più… sembra che ogni speranza di vedere un film nuovo senza indossare occhialetti idioti sia ormai perduta.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.