Premi “Invio” per saltare al contenuto

Tag: Costante

Realizzare Puzzle Bobble (Bust a Move) [6 di ?]

La realizzazione del nostro gioco va avanti, ma ancora non somiglia molto al risultato che vi aspettavate… niente paura: oggi faremo un grosso passo avanti introducendo alcune modifiche di cui si sente già la mancanza.

  • Imposteremo le dimensioni definitive al quadro di gioco.
  • Disegneremo i vari livelli, in modo da poter decidere la posizione iniziale delle Sfere di ogni livello.
  • Faremo in modo di avere in gioco soltanto sfere di colore utile, come nell’originale Puzzle Bobble.
  • Al termine di un livello di gioco passeremo al successivo.

Sembra troppo per un articolo solo? In realtà se avete seguito tutti gli articoli fin qui il grosso del lavoro è già fatto, quindi non scoraggiatevi e andiamo avanti.

loading spinner
Lascia un commento

Realizzare Puzzle Bobble (Bust a Move) [1 di ?]

Ho immaginato che la prima parte da affrontare nella realizzazione di un gioco simile a Puzzle Bobble sia la gestione della griglia triangolare che si occupa del corretto posizionamento delle sfere.

Voglio evitare tutti gli errori più comuni (gli errori che ho riscontrato giocando ad altre versioni di questo gioco trovate in rete), quindi ho deciso che tutto il lavoro più difficile sarà affidato ad una singola Classe. Questa sarà la Classe più importante di tutto il progetto e sarà in grado di:

  1. Gestire la griglia di posizionamento delle sfere.
    Infatti le sfere non sono posizionate semplicemente una accanto all’altra, ma seguono una struttura triangolare.
  2. Gestire i gruppi di sfere uguali.
    Dovrà essere in grado di stabilire se si è formato un gruppo di tre o più sfere dello stesso colore, per permetterci di farle esplodere.
  3. Gestire la connessione tra le sfere e il “soffitto”.
    Anche se non fanno parte di un gruppo di sfere che esplode, dobbiamo essere in grado di rintracciare ed eliminare tutte le sfere che non hanno più un “sostegno”, così da farle precipitare.
  4. Gestire il “sovraccarico” di sfere.
    Quando la sfera più bassa della nostra struttura si trova oltre il limite stabilito il giocatore perde la partita.
  5. Gestire i colori in uso.
    Il gioco orginale evita di generare sfere di colore diverso da quelle ancora in gioco, così i colori disponibili si esauriscono poco alla volta.
  6. Gestire il movimento del gruppo di sfere.
    Col passare del tempo il gruppo di sfere in gioco si abbassa sempre di più, aumentando la difficoltà.
  7. Generare una “schermata iniziale” in base ad un modello.
    Il gioco originale presenta 30 quadri di gioco ed ognuno di questi ha un suo disegno caratteristico.
  8. Tenere il conto delle sfere in gioco.
    Per avere la possibilità di terminare il quadro quando si sono esaurite tutte le sfere.
loading spinner
Lascia un commento